La celebrazione
della città, Gela
 

LA CELEBRAZIONE DELLA CITTÀ

Il progetto, che ha superato la fase nazionale rappresentando l’Italia nella fase internazionale del concorso, prevede la realizzazione di un giardino botanico dedito alla salvaguardia delle biodiversità del territorio , con l'istituzione di un centro di ricerca permanente sulle condizioni climatiche per contrastare il fenomeno di desertificazione del territorio (fenomeno di assoluta drammaticità per la zona di intervento). Il progetto si propone da un lato di avere un assetto scientifico che consenta catalogazione, conservazione e diffusione di specie vegetali originarie del territorio e delle selezioni vegetali legate all'agricoltura, e dall'altro lato di avere un assetto architettonico legato alla tradizione del giardino pubblico (già alla metà del 1800 tutte le città siciliane ne avevano uno). Il progetto, nell'ottica di una reale fattibilità, suggerisce degli interventi a basso costo, che però, attraverso la riproposizione di essenze vegetali locali, di fatto possa avere una forte incidenza sull'intero territorio, e al contempo riqualifichi l'area rendendola fruibile. Non secondario è l'aspetto economico legato alla vendita delle specie vegetali prodotte all'interno dell'area vivaio, che potrà rendere la realizzazione di questa istituzione economicamente sostenibile.

La celebrazione della città

Gela, Italia

CELEBRATING THE CITY

The design - representing Italy in the international competition after having been selected in the national competition – includes the creation of a botanical garden dedicated to safeguarding the territory’s biodiversity. A permanent center will be established to conduct research on climatic conditions in order to combat the dramatic effect of desertification on the local territory. The design consists of two different aspects: a scientific one so as to catalog, preserve and distribute typical plant species that originated in the territory and a selection of plants linked to agricultural purposes, and an architectonic one tied to the tradition of public gardens. As a matter of fact by the mid-1800’s, all Sicilian cities had a public garden. From a feasibility point of view, the design proposes low-cost solutions that, however, by re-introducing local plants, in fact can have a strong impact on the entire territory and, at the same time, redevelop the area by making it enjoyable. The economic importance related to the sale of plant species grown in the nursery area will make the creation of this institution financially sustainable.

1/3